Un’ora avanti o un’ora indietro?


Life / sabato, Marzo 26th, 2016

Quindi si dorme di più o si dorme di meno?

La risposta è: si dorme di meno. Nella notte tra il 26 e il 27 Marzo, precisamente alle 2:00, torna l’ora legale, sposteremo quindi le lancette avanti di un’ora.
Dormiremo un’ora di meno, è vero, ma avremo più luce nell’arco della giornata e risparmieremo energia.
Secondo dei dati energetici, dal 2004 al 2014 il risparmio complessivo per il nostro paese è stato di circa 6,72 miliardi di kilowattora, pari ad un valore di circa 990 milioni di euro.

Per la maggior parte della sua storia, l’uomo ha semplicemente seguito il ritmo del Sole: sveglia all’alba, e a letto poco dopo il tramonto. È solo con la nascita della società industriale, e la diffusione degli orologi, che le nostre attività giornaliere hanno smesso di seguire il ciclo mutevole delle stagioni, fissandosi su un orario condiviso e convenzionale. Per la prima volta, l’uomo si trovava a sprecare ore di luce dormendo la mattina, per poi sprecare energia (o meglio candele) per illuminare la notte, in attesa di prendere sonno.

Nell’era digitale in cui siamo oggi, nemmeno ci accorgiamo del cambio dell’ora, l’iphone e il quadrante della macchina cambiano da soli, ma se domattina vi svegliate con un’ora di sonno in meno sapete il perchè.
Il lato positivo è che avremo delle giornate più lunghe, e speriamo anche più belle, tipo quella di oggi.