Fuori piove, tu abbracciami

Stavo lavorando ad una campagna pubblicitaria per una associazione di marketing di Venezia, fuori pioveva, lei era abbracciata a me.

Falling in love at a coffee shop – Landon Pigg

Stavo cercando un modo carino per dirle che la amavo, mentre le mie dita si muovevano su e giù, come sulle montagne russe, sul suo corpo, sui suoi fianchi. E poi tornavano su, lungo la schiena.

In quel momento di pura magia, nella stanza c’era un silenzio mai sentito prima. Solo il rumore della pioggia che scendeva forte e sbatteva sul tetto della casa. In quel momento di silenzio, mentre uno dei suoni più sottili erano le mie dita che si muovevano su di lei, mi sono accorto di amarla.

Era bellissima mentre dormiva su di me. Con la sua testa appoggiata sul mio petto. Ed era bellissimo vederla lì, senza alcun tipo di protezione, e poterla comunque proteggere dal mondo con le mie braccia e le mie mani.

Dopo poco un sorriso. Probabilmente era sveglia già prima, ma teneva gli occhi chiusi per vedere come mi sarei comportato. Dopo qualche minuto, mentre la guardavo con gli occhi chiusi, rannicchiata tra le mie braccia, apre gli occhi e mi guarda. Avevo trovato il modo per dirle che l’amavo.

Le dissi di abbracciarmi forte, di stringermi a lei. E piano le sussurrai in un orecchio che l’amavo. Poi ci siamo baciati e ci siamo addormentati entrambi di nuovo.

Se ti va puoi condividerlo sui tuoi social 🙂

Lascia un commento